—-

agosto: 2016
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

social

NASCE IL PRIMO “SPORTELLO DI QUALITA’” DEI CONSUMATORI VALDOSTANO

Il Codacons della Valle d’Aosta  e Assoutenti  nazionale hanno firmato il protocollo d’intesa per  lo sportello di qualità della Rete Consumatori Italia, distribuito sul territorio nazionale per aiutare il consumatore a risolvere le controversie in materia di consumo. Lo sportello, che è già attivo nella nostra regione, vede come caratteristica fondante la presenza della Carta dei servizi  con la quale si vuole rendere trasparenti gli standard  e gli impegni che le associazioni  aderenti alla Rete hanno deciso di assumere  nei confronti del consumatore-utente che abbia bisogno di aiuto.  In particolare, la Carta riguarderà le attività di informazione e di assistenza nella gestione delle controversie di consumo, nei reclami e nelle ADR(Alternative DisputeResolution). Avviato grazie al finanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico, la Carta dei servizi fa parte del progetto “Rete Consumatori Italia : scopri la giustizia rapida ed economica”. ulteriore riconoscimento all’organizzazione valdostana dei consumatori per la qualità dei servizi nel tempo sviluppato e dell’alto numero di risultati positivi raggiunti nelle controversie a favore dei consumatori utenti.

Lo sportello Codacons di Aosta  per i servizi  di rete  conferma  l’orario di apertura  consueto  dal Lunedi al Venerdi  orario d’ufficio :09,00-12,30 – 14,30-18,30.

 

FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi

ONLINE IL SESTO NUMERO DEL GAZZETTINO DEL CODACONS

E’ online il quinto numero del gazzettivo del codacons . Potrete leggere appuntamenti, approfondimenti su normative, e problematiche locali.

Potete scaricarlo cliccando al seguente link:GAZZETTINO n.6

 

Corso di formazione per amministratore di Condominio e corso di aggiornamento

Il Codacons Valle D’Aosta in collaborazione con ISA Formazione  ha in programma un corso di formazione per amministratori di condominio oltre che un corso di aggiornamento per gli amministratori.

 

I corsi avranno inizio alla fine del mese di settembre 2016 ed avranno una durata di 80 ore (di cui 15 di verifica) per il corso di formazione per amministratori di condominio e di 16 ore per il corso di aggiornamento.

 

Le lezioni si articoleranno per quanto concerne il corso di formazione per amministratore in 20 incontri, per quanto attiene il corso di aggiornamento in 4 incontri, due volte a settimana della durata di 4 ore ciascuno, dalle 17.30 alle 21.30 presso la sede di ISA Formazione in Reg. Borgnalle n. 12 ad Aosta.

 

La frequenza è obbligatoria. Frequenza minima di 72 ore su complessive 80 per il corso di formazione per amministratori di condominio e di 15 ore su complessive 16 per il corso di aggiornamento.

 

Obiettivo:

Il corso di abilitazione alla professione di amministratore tratterà il ruolo dell’amministratore, il regolamento condominiale e le tabelle millesimali, la tenuta della contabilità condominiale, i risvolti legali, la gestione dei conflitti, la sicurezza negli edifici, gli aspetti urbanistici ed edilizi.

Il corso di aggiornamento tratterà le ultime novità inerenti questa materia in continua evoluzione.

 

Destinatari:

Il corso di formazione per amministratori di condominio è destinato a tutti professionisti del settore ed in ogni caso a chiunque voglia intraprendere l’attività di amministratore o per chi già svolge tale attività e necessita dell’abilitazione richiesta per legge.

Il corso di aggiornamento è, invece, destinato a chi già in possesso dell’attestato di formazione è obbligato alle ore di accreditamento.

 

Costo del corso:

Il costo del corso è di Euro 590 IVA esclusa con un minimo di 15 partecipanti per il corso di formazione per amministratori di condominio;

Il costo è, invece, di Euro 145 IVA esclusa per il corso di aggiornamento con un minimo di 15 partecipanti.

 

Docenti:

sono stati selezionati per la tenuta del corso docenti di alto livello con specifiche competenze in materia legale, commerciale, tecnica ed informatica. 

 

Al termine del Corso sarà rilasciato l’attestato abilitante allo svolgimento dell’attività di amministratore condominiale ai sensi della Legge n. 220/2012 e del D.M. n. 140/2014.

 

L’entrata in vigore della legge 220/2012 e del D.M. 140/2014 ha definitivamente normato la figura dell’amministratore di condominio dettagliando il percorso formativo per poter affrontare seriamente tale attività e per potersi efficacemente aggiornare.

Il ruolo dell’amministratore di condominio richiede, infatti, una molteplicità di conoscenze che comprendono vari ambiti di competenza.

potete scaricare il modulo delle lezioni al seguente link: PROGRAMMA corso amministratori

ENTRO IL 30 GIUGNO LE DOMANDE PER IL BANDO DEL SERVIZIO CIVILE 2016

OGGETTO:  Bando del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale (scadenza: 30/06/2016 ore 14.00) : Valle d’Aosta 

 

Chi può partecipare?

Possono presentare domanda tutti coloro che hanno compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno d’età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda e che siano in possesso dei requisiti indicati dal bando.

 

Modalità di invio delle domande?

La domanda di partecipazione deve pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 30 giugno 2016. Si precisa non fa fede il timbro postale

Le domande  devono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:

  • Posta elettronica certificata (PEC) di cui il candidato deve essere il titolare avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf. La domanda inviata tramite PEC dovrà indicare come oggetto della mail “Domanda di partecipazione Bando Servizio Civile 2016”. Si prega di inviare tutto il materiale allegato in un unico file; Indirizzi PEC di riferimento: ufficiolegalecodacons@pec.codacons.org, codacons.vda@pec.it
  • a mezzo raccomandata A/R; Indirizzi di riferimento: c/o CODACONS: Codacons VDA, Via Abbé Gorret n. 29
  • a mano; Indirizzi di riferimento: c/o CODACONS: Codacons VDA, Via Abbé Gorret n. 29

 

E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati.

Per ulteriori informazioni visitare il sito internet:

http://www.serviziocivile.gov.it/media/606971/Bando-Nazionale-2016.pdf

www.serviziocivile.gov.it

o contattare il Codacons a:

tel. 06.3728667 e-mail f.marchetti@codacons.org

La Posta “concilia” e rimborsa il disguido subito dal cliente, grazie alla collaborazione e l’assistenza con il Codacons della Valle d’Aosta.

Un servizio utile ma ancora poco conosciuto quello che Poste Italiane mette a disposizione dei propri clienti grazie alla collaborazione con il Codacons della Valle d’Aosta.

 

Un’opportunità, ad esempio, di cui ha usufruito gratuitamente un cittadino che aveva spedito un Pacco Celere 3 assicurato destinato a Fiano Romano. Il pacco, che conteneva un telefono cellulare, era giunto manomesso. Il cittadino aveva quindi inoltrato reclamo per il rimborso del valore assicurato. L’assistenza Clienti di Poste italiane aveva però rifiutato il rimborso poiché la manomissione non era stata denunciata all’atto del ritiro.

 

Il cittadino si è pertanto rivolto al Codacons della Valle d’Aosta che lo ha consigliato di presentare domanda di conciliazione. Grazie all’associazione dei consumatori il reclamante ha infine ottenuto un indennizzo di 550 euro pari all’effettivo valore del pacco.

 

Si può ricorrere alla procedura di Conciliazione per controversie fino a 600 euro che riguardano Posta Celere, Posta Assicurata, Posta Raccomandata, Telegramma, Fax, Pacco ordinario e Pacco celere. La domanda di Conciliazione può essere presentata solo se è già stato effettuato reclamo e la risposta di Poste Italiane sia stata ritenuta insoddisfacente.

 

Il modulo per la domanda di conciliazione è disponibile presso l’associazione consumatori Codacons VdA in via Abbé Gorret, 29, oltre che presso gli uffici postali.

 

Assemblea regionale CODACONS Valle D’Aosta 2016

Tutti i soci Codacons Valled’Aosta in regola con il tesseramento 2016 sono invitati a partecipare alle votazioni per il rinnovo del Comitato direttivo per il triennio 2016/2019 . Le elezioni si terranno presso la sede sociale di Aosta in rue Abbe’ Gorret n.27 LUNEDI 16 MAGGIO 2016 a partire dalle ore 09,00 e si avrà la possibilità di votare fino alle ore 19,00. Nella impossibilità di partecipare direttamente si ha la facoltà di delegare il voto ad altro socio in regola con l’iscrizione.  Ogni ulteriore informazione inerente le votazioni può essere fornita dalla segreteria del Codacons VdA telefonando al n.0165238126 oppure all’indirizzo e-mail : info@codaconsvda.it

incontro bonus energia e gas il 12 Maggio

Il giorno 12 Maggio 2016 alle ore 17.30, presso la sala convegni della BCC Valdostana in Via Garibaldi ad Aosta, si terrà un convegno formativo sulle modalità di accesso al bonus energia e gas.  L’evento è  promosso dal Codacons vda e da Federconsumatori.
E’ preferibile ricevere un Vostro seguito per una conferma.
Ringraziando anticipatamente per il Vostro interessamento, porgiamo distinti saluti.

Codacons VDA

AGENZIA ENTRATE – CODACONS VDA CONTRARIO ALLA CHIUSURA UFFICIO TERRITORIALE DI CHATILLON

Il Codacons Valle d’Aosta ha richiesto al Presidente della Giunta, in qualità di Prefetto, di attivare un tavolo di confronto per garantire un presidio dell’Agenzia delle Entrate in bassa Valle, che possa offrire assistenza ai cittadini ivi residenti.

Per il Codacons Valle d’Aosta la norma di contenimento delle spese sostenute dagli enti pubblici (Decreto legge 66/2014) non chiede la chiusura degli uffici territoriali presenti sul territorio regionale, ma un risparmio della categoria complessiva “affitti passivi”, risparmio tra l’altro ottenuto a livello valdostano con l’accorpamento degli uffici presso la ex Caserma Mottino, ubicata in via Monte Vodice ad Aosta. In considerazione, anche, della modesta somma annua relativa alla locazione pagata al Comune di Chatillon si chiede di voler riconsiderare tale intendimento.

Il Codacons Valle d’Aosta è disponibile a partecipare a un incontro con la Presidenza della Giunta onde poter avanzare alcune proposte alternative.

LA CHAMBRE ORGANIZZA UNO SPETTACOLO TEATRALE SULLA CONTRAFFAZIONE

La Chambre Valdôtaine ha organizzato nell’ambito del ‘Progetto Legalità 2.0: per un’economia e una cultura della legalità’ uno spettacolo teatrale, dal titolo “Tutto quello che sto per dirvi è falso“, che si terrà venerdì 20 maggio 2016 alle ore 21 presso il teatro Giacosa di Aosta (ingresso libero).

Con ”Tutto quello che sto per dirvi è falso” il teatro civile e d’informazione indaga per la prima volta il business della contraffazione a 360 gradi, gli ambiti in cui il “falso” prospera (agroalimentare, moda, farmaceutica, meccanica, audio/video ecc.) e assicura utili alle mafie che lo gestiscono. In un palcoscenico trasformato in magazzino merci, l’attrice Tiziana Di Masi alterna racconto e interazione con il pubblico nella costruzione di un appassionante show multimediale, andato in scena in tutta Italia.

 

Si prega quindi di voler dare il massimo risalto all’iniziativa ai vostri iscritti trasmettendo loro l’invito che si acclude alla presente e-mail.
Ringraziando per la collaborazione e restando a disposizione per eventuali chiarimenti, si porgono cordiali saluti.
Maria Angela Buffa

Canone Rai, c’è tempo fino al 16 maggio per l’esenzione

Con un provvedimento dell’Agenzia delle entrate, infatti, la data passa dal 30 aprile al 16 maggio 2016 sia in forma cartacea che online. Lo si legge in una nota congiunta di Rai e Agenzia delle entrate. Restano ovviamente valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate confermate dal Consiglio di Stato che – mercoledì 27 aprile – ha dato il via libera al canone in bolletta.

Esclusi dal pagamento del canone i tablet, computer smartphone, ma se avete dichiarato in precedenza di non avere un televisore dovete rinnovare la richiesta.

In particolare, si deve inviare l’autocertificazione all’Agenzia delle entrate:

  1. A) Quando nessun componente della famiglia anagrafica ha una tv in alcuna casa, allora il titolare della fornitura di energia elettrica deve dichiarare che in nessuna delle abitazioni per le quali è titolare dell’utenza elettrica detiene un apparecchio televisivo (Quadro A, prima dichiarazione).
  2. B) Se in passato era stato fatto il suggellamento, ora si deve dichiarare di non detenere ulteriori apparecchi oltre a quello suggellato. A fare la dichiarazione deve essere sempre il titolare di utenza di fornitura di energia elettrica e deve dichiarare che nessun componente della famiglia anagrafica, in nessuna delle abitazioni per le quali è intestatario del contratto di fornitura di energia elettrica, detiene un televisore oltre a quello per cui è stata presentata la denunzia di cessazione dell’abbonamento televisivo per suggellamento (Quadro A, seconda dichiarazione).
  3. C) Quando in una famiglia ci sono due o più bollette della luce intestate a due persone differenti, allora bisognerà dichiarare che il canone non deve essere addebitato in nessuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto è già pagato in relazione all’utenza elettrica intestata all’altro componente della stessa famiglia anagrafica (il tal caso bisognerà mettere il codice fiscale di chi paga). E’ il Quadro B.
  4. D) Quando vengono meno i presupposti di una delle 3 dichiarazioni sopra riportate, allora va fatta una nuova dichiarazione (Quadro B, seconda dichiarazione). In tal caso va messa la data della precedente dichiarazione ormai superata.

I cittadini non hanno ancora capito chi è tenuto al pagamento del canone, per quali apparecchi e per quante abitazioni, e veri e propri dilemmi si aprono nel caso di conviventi, coinquilini, badanti, colf, studenti fuori sede”.

potete scaricare il modulo al seguente link: modulo autocertificazione