RICETTA MEDICA ROSSA IN FORMATO DIGITALE IN VALLE D’AOSTA.

In riferimento all’introduzione della ricetta elettronica, il Codacons vda ha chiesto a tutti i soggetti coinvolti  maggiori informazioni e soprattutto una date certa di avvio del progetto defintivo.  In altre regioni  (Veneto e Friuli)  dopo una sperimentazione di sei mesi da settembre 2014 ha preso  avvio il progetto “ricetta rossa digitale”.

A regime l’utente-cittadino si rivolgerà con la tessera sanitaria in farmacia per ritirare le medicine prescritte dal proprio medico curante.  Con l’avvio del progetto “fascicolo sanitario digitale” anche il semplice promemoria cartaceo non servirà più, tutti i dati confluiranno nel  fascicolo sanitario elettronico del paziente.

A regime con questo progetto si avranno risparmi e  controlli più efficaci e precisi sulla spesa sanitaria.

I vantaggi per il cittadino: potrà rivolgersi direttamente in farmacia con la propria tessera sanitaria per ritirare farmaci ricorrenti , senza più rivolgersi di persona al medico per dover ritirare una  ricetta cartacea. I medici curanti dovrebbero favorire soprattutto per i farmaci ricorrenti  la possibilità di richiesta per telefono o via mail per evitare file e tempi di attesa lunghi.

E’ urgente, quindi ,  individuare una cabina di regia e prevedere un percorso di informazione  e sensibilizzazione dei soggetti coinvolti per arrivare a dematerializzare in modo completo la “vecchia” ricetta rossa.

FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi

Firmato giovedì l’accordo con C.V.A. per la risoluzione delle controversie.

Con la firma di un Protocollo di Conciliazione Paritetica tra le Associazioni dei Consumatori, i clienti di Cva Trading potranno dirimere le problematiche connesse alla fornitura di energia elettrica.

L’intesa, raggiunta giovedì scorso, fa seguito ad una richiesta inoltrata da Federconsumatori, Adiconsum, Avcu, Adoc, Codacons e Casa del Consumatore.

L’obiettivo è di consentire ai cittadini valdostani di risolvere in maniera più rapida e regolamentata le eventuali controversie che dovessero sorgere nei confronti di CVA Trading, sia in qualità di fornitore su mercato libero che di esercente la maggior tutela.

Di certo c’erano la morte e le tasse…ora solo la prima.

A pochissimi giorni dalla scadenza,  il comune di Aosta sposta la scadenza del pagamento  della tasi una tassa  circondata da un alone di mistero. Pagare le tasse è si un dovere (qualcuno in un passato recente lo ha anche definito “Bellissimo”), ma sarebbe cortesia da parte di chi le richiede  definirne in maniera chiara importi e scadenze.

E’ notizia di oggi  (Fonte aostasera.it)  che per i cittadini di Aosta la scadenza per il pagamento della TASI – la nuova Tassa sui Servizi, novità tributaria 2014 – slitta al 1° settembre.

A deliberarlo è stata questa mattina la Giunta comunale che ha deciso di posticipare la data di versamento dal 16 giugno previsto inizialmente: “Dopo gli indirizzi fornitici dal Celva e dal Cpel – ha spiegato in conferenza stampa l’Assessore comunale alle Finanze Carlo Marzi – abbiamo approvato oggi questo atto amministrativo in Giunta, che diventerà efficace col voto in Consiglio. Anche a livello nazionale la TASI ha portato a tanti problemi di calcolo, e abbiamo deciso di posticiparla perché tante persone sono venute a conoscenza del tributo soltanto a fine maggio. D’altro canto il 1° settembre è anche la data di scadenza per ottenere le esenzioni e la scontistica sulla TARI”.

Una scadenza per agevolare i cittadini, nei piani del Comune: “Ci saranno quindi altri 75 giorni circa – prosegue Marzi – per pagare la TASI senza incorrere in sanzioni, con la quota stabilita al 70% per il proprietario della casa e al 30% per l’inquilino o l’assegnatario. Lo Sportello del Contribuente, di conseguenza, resterà aperto anche nei mesi di luglio e agosto. Abbiamo inoltre tenuto la TASI al minimo, prevedendo anche degli sconti per le famiglie numerose e in difficoltà senza applicare l’aliquota massima dello 0,33% ma lasciandola allo 0,1%”.

Rimangono invece invariate per il Comune di Aosta le scadenze delle altre due parti che compongono la IUC (Imposta Unica Comunale): per l’IMU seconda casa rimangono infatti il 16 giugno ed il 16 dicembre, mentre la TARI si pagherà a partire dall’autunno 2014 con la possibilità di saldarla in quattro rate.

RESTITUITO DOPO 2 ANNI AL LEGITTIMO PROPRIETARIO DA POSTE ITALIANE S.p.A Euro 14.000 DEL VAGLIA POSTALE PRESCRITTO

L’utente assistita dal Codacons Valle d’Aosta avvia ricorso all’ARBITRO BANCARIO E FINANZIARIO e ottiene giustizia per una controversia relativa ad un vaglia postale ”dimenticato” caduto in prescrizione

–articolo 6 comma 3 D.P.R. n° 144/2001-.

Vittoria del Codacons Valle d’Aosta per un ricorso avverso POSTE ITALIANE S.p.A., a seguito del mancato incasso di un vaglia postale per presentazione successiva al termine di prescrizione.

Il ricorso, in un primo tempo rigettato da POSTE ITALIANE S.p.A., è stato accolto dall’ARBITRO BANCARIO e FINANZIARIO a cui si è rivolto il Codacons Valle d’Aosta in quanto diritto di credito ormai prescritto deve essere correttamente individuato nell’ordinamento termine decennale.

APERTE LE ISCRIZIONI AL PROGETTO “TUTELA I TUOI INTERESSI”

Sono aperte le iscrizioni al corso  formativo/informativo che si svolgerà in due tempi : venerdì  18 aprile e venerdì 09 maggio 2014  per complessive 12 ore, e si terrà Aosta presso il CSV – centro di servizi per il volontariato- . Seguirà  i seguenti orari: 09,30- 12,30  –  14,30- 17,30 .Eventuale materiale  didattico  sarà fornito  dal Codacons VdA.

Argomenti in trattazione: contratti bancari, il conto corrente bancario,l’anticipazione bancaria, lo sconto bancario, il mutuo; con approfondimenti  sulle tipiche criticità quali l’usura , l’anatocismo , interessi ultra legali massimo scoperto; LEASING DERIVATI  E SWAP .

Il docente incaricato è l’ avvocato Bruno Barbieri  vice presidente  del Codacons Nazionale, esperto in diritto bancario , responsabile nazionale per la tutela dei diritti degli utenti  correntisti del sistema bancario italiano.

Il corso  è totalmente gratuito per i soci  Codacons Valle d’Aosta . •Possono  partecipare i soci Codacons Valle d’Aosta  che ne facciano richiesta purché  in regola con l’iscrizione. •A discrezione della Presidenza  del Codacons Valle d’Aosta  potranno essere concesse  autorizzazioni  a soggetti esterni  nel limite  di 5 (cinque) adesioni  con partecipazione a titolo gratuito.

Considerato l’importanza  dell’argomento trattato  e della sua specificità  ad   alto valore  aggiunto, il Comitato  di Presidenza  del Codacons Valle d’Aosta   per i partecipanti che seguiranno l’intero percorso  rilascerà  un attestato  di merito  sottoscritto dal  Docente  e dal Presidente  del Codacons  VdA. •Per l’iscrizione  al corso  è indispensabile  completare  il modello  di adesione  disponibile  presso  l’Associazione  in via Abbé Gorret  29  Aosta . •Per ulteriori  informazioni  telefonare  al  numero : 0165-238126  fax  0165-264652   e-mail: info@codaconsvda.it. Sito Codacons Valle d’Aosta  www :codacons.vda.it .

modulo di adesione da stampare e portare in associazione:

•Nome  e cognome _________________________________________________ • •Abitazione _______________________________________________________ • •Attivita’ esercitata _________________________________________________ • •Telefono ______________ Cell._________________fax ___________________ • •E-mail_______________________ _________tesserato Codacons dal ________ • •Percorsi  formativi __________________________________________________ • •_________________________________________________________________ •. Privacy •. Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003, La informiamo che  i dati personali acquisiti saranno trattati, anche con l’ausilio strumenti elettronici, direttamente e/o tramite terzi esclusivamente per la predisposizione dell’elenco dei partecipanti al corso in oggetto. • •LUOGO  _____________________ ________DATA ________________________ • •