BUONI POSTALI FRUTTIFERI PER MINORENNI: ATTENZIONE ALLA SCADENZA E PRESCRIZIONE DEI TITOLI SE IL BUONO E’ ANDATO IN PRESCRIZIONE SI PERDE IN TOTO IL DIRITTO AL RIMBORSO DEL CAPITALE! CODACONS: PROBLEMI CON L’INCASSO DI UN BUONO POSTALE? CONTATTATECI!

Buoni Postali Fruttiferi: tra le varie Tipologie di buoni postali fruttiferi che possono essere richiesti in Posta vi sono anche i c.d “buoni postali fruttiferi per minorenni” in cui il beneficiario è minore di 18 anni.

 

Anche questi buoni, come tutte le altre tipologie di titoli, hanno un termine di scadenza ed un termine di prescrizione entro il quale il consumatore – risparmiatore deve rivolgersi all’ufficio postale per chiederne l’incasso, comprensivo degli interessi maturati.

 

Codacons: “Attenzione al termine di prescrizione: perché trascorso tale lasso di tempo il consumatore perde in toto il diritto di ottenere non solo gli interessi maturati dai titoli in suo possesso ma anche la restituzione della somma capitale investita.”

 

Precisa il presidente Codacons Valle d’Aosta Marovino: “Come visto nel recente provvedimento dell’A.G.C.M. La tematica della prescrizione dei buoni postali fruttiferi è di enorme importanza, in quanto migliaia di consumatori hanno perso moltissime somme che sono state investite.”

 

Avete problemi con l’incasso di un buono postale? Contattateci! 0165238126

 

FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi

OPERATIVO IN VALLE LO SPORTELLO ORIENTAMENTO SOCIALE, LEGGE 3/2012 “LEGGE ANTISUICIDI”

Il Codacons VDA in collaborazione con lorganismo OCC costituito e riconosciuto in Valle dAosta nel 2020 comunicano la riapertura dello sportello presso l’associazione in Via Abbe Gorret 29, Aosta previo appuntamento ai seguenti numeri di telefono : 3290656025 3332388493 Le nuove norme sul sovraindebitamento si rivolgono al consumatore in crisi finanziaria, al piccolo imprenditore o professionista che non può accedere alle procedure concorsuali

IL 2 OTTOBRE PARTE DA AOSTA IL PULMAN PER IL VILLAGGIO CONTADINO DELLA COLDIRETTI DI MILANO

Arriva a Milano, da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre, il Villaggio della Coldiretti per toccare con mano la centralità e i primati dell’agricoltura italiana messi a rischio da guerra e rincari energetici e vivere un giorno da contadino tra le aziende agricole ed i loro prodotti, sui trattori, a tavola con gli agrichef, in sella ad asini e cavalli, nella stalla con mucche, pecore, capre, maiali, conigli e galline, nelle fattorie didattiche e negli agriasili dove i bambini possono imparare a impastare il pane o a fare l’orto.

L’appuntamento è a Milano al Parco Sempione, dal Castello Sforzesco all’arco della Pace, dove accorreranno migliaia di agricoltori dalle diverse regioni, assieme al presidente di Coldiretti Ettore Prandini, a partire dalle ore 9 di venerdì 30 settembre, fino a domenica 2 ottobre, per far conoscere la biodiversità e la sostenibilità dell’agricoltura italiana, il modello basato sulla distintività e la qualità del made in Italy agroalimentare, lo spirito imprenditoriale dei giovani agricoltori e le frontiere dell’innovazione.

Per i tre giorni di manifestazione si alterneranno esponenti istituzionali, rappresentanti della società civile e studiosi che, all’indomani delle elezioni politiche, discuteranno su esclusivi studi e ricerche elaborate per l’occasione dalla Coldiretti sui temi della crisi energetica scatenata dalla guerra, dell’alimentazione e dei rischi connessi all’affermarsi di modelli di consumo omologanti, a partire dall’arrivo sulle tavole del cibo sintetico a minacciare la salute dei cittadini e la sopravvivenza stessa del Made in Italy agroalimentare, ma anche di sostenibilità, ambiente e salute.

Ci sarà una maxifattoria dove scoprire gli animali salvati dall’estinzione grazie al lavoro di generazioni riconosciuto e sostenuto dai “Sigilli” di Campagna Amica con la più grande opera di valorizzazione della biodiversità contadina mai realizzata in Italia.

Il Villaggio Coldiretti di Milano è anche l’unico posto al mondo dove per l’intero week end tutti potranno vivere per una volta l’esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano al 100% a soli 8 euro per tutti i menu preparati dai cuochi contadini che hanno conservato i sapori antichi del passato, dal Risotto alla Luganega e Franciacorta ai Tortellini con crema al Parmigiano Reggiano, fino alla carne servita nelle bracerie, ma sarà possibile gustare i più pregiati salumi e formaggi italiani a denominazione di origine (Dop).

Spazio al più grande mercato a chilometri zero con Campagna Amica dove acquistare direttamente dagli agricoltori provenienti da tutta Italia le più golose tipicità del Paese ma anche le eccellenze agroalimentari di Filiera Italia e i prodotti dalle aziende di agricoltura sociale impegnate nel reinserimento socio lavorativo di soggetti disagiati, disabili o problematici, nell’educazione ambientale e nei servizi alle comunità locali. Sarà anche possibile fare la Spesa sospesa, l’iniziativa di solidarietà lanciata da Campagna Amica per donare prodotti agroalimentari 100% italiani alle famiglie bisognose.

Al Villaggio si potranno anche scoprire le opportunità e i pacchetti vacanze offerti dagli agriturismi di Campagna Amica con percorsi e consigli per fermarsi a mangiare e a dormire nel rispetto dell’ambiente e della tradizione culinaria delle nostre campagne.

Un intero settore è dedicato alla pet therapy e al ruolo degli animali nella cura del disagio. Ma al Villaggio verrà realizzato anche il primo giardino terapeutico-sensoriale, gli orti con i tutor e lo spazio Generazione agricoltori dedicato alle idee dei giovani imprenditori agricoli che fanno innovazione nel Paese.

Ma per la prima volta si potrà andare a scuola di olio extravergine italiano nell’Oleoteca e nell’Enoteca del Villaggio, dove si potranno degustare cocktail all’extravergine, vini e birra agricola, o seguire le lezioni di agricosmesi con i trucchi di bellezza della nonna.

Per consentire ai soci valdostani di partecipare al Villaggio Coldiretti di Milano Coldiretti Valle d’Aosta ha organizzato trasferimenti in pullman, gratuiti per i partecipanti, con partenza da Aosta, nella giornata di domenica 2 ottobre.

CAOS VOLI, SE IL VOLO E’ IN RITARDO O CANCELLATO AVETE DIRITTO AL RISARCILMENTO ED ALL’ASSITENZA “Pronta azione collettiva per danneggiati”

La tempesta perfetta che sta affliggendo le vacanze degli italiani a causa di  voli cancellati o forte ritardo, è dovuta principalmente a tre fattori: i licenziamenti avvenuti durante il covid, nuovi  positivi e sciopero del personale. Diverse le segnalazione provenienti da cittadini valdostani alla nostra associazione in viaggio sia per lavoro che per le agognate vacanze, che si sono trovati improvvisamente a terra,  e rientrati in valle con mezzi di fortuna ed a costi elevati (considerando che anche i prezzi dei noleggi auto sono raddoppiati). “La raffica di cancellazioni dei voli registrata nell’ultimo periodo si ripercuoterà anche sui viaggiatori italiani, specie in occasione delle vacanze estive e delle partenze dei cittadini -spiega il Codacons- Una situazione che potrebbe coinvolgere centinaia di migliaia di utenti i quali rischiano non solo di perdere il volo, ma anche di non riuscire a raggiungere le mete di villeggiatura, perdendo quanto già pagato per soggiorni e servizi” dura presa di posizione della Associazione che sottolinea: “L’azione sarà non solo nei confronti delle singole compagnie, ma anche verso gli organi di vigilanza e di controllo, e soprattutto nei confronti dell’Antitrust” e’ in preparazione un modulo che sarà pubblicato sul sito Codacons.it dove  chiunque subirà
danni da vacanza rovinata a causa della cancellazione del volo potrà agire contro le compagnie aeree”.

  In merito ai diritti dei passeggeri  è doveroso ricordare che la normativa europee prevede indennizzi e rimborsi dai 250 euro per voli con meno di 1500 km ai 600 euro per i voli raggio di percorrenza superiori ai 3500 km. In caso di ritardi sono previsti rimborsi pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa, adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti, trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa , due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail. Il diritto dell’assistenza viene riconosciuto in base alla tratta (intracomunitaria o internazionale) e alla distanza percorsa.

  Per maggiori informazioni ed eventuale assistenza a tutela dei propri diritti  info@codaconsvda.it   direttamente   presso la  sede in Via Abbé Gorret, 29 –Aosta.